lunedì 11 ottobre 2010

Lenticchie profumate

Per queste lenticchie dal gusto deciso ho fatto un soffritto con olio e.v. cipolla, sedano e carote. Ho aggiunto lenticchie rosse e bagnato con mezzo bicchiere di vino bianco. Evaporato l'alcool ho salato, aggiunto un pezzo di alga kombu e spolverizzato con zenzero, cumino e semi di coriandolo pestati.
Per esaltare il profumo delle spezie, il mix si può far scaldare in padella fino a quando inizia a profumaree aggiungerlo alle lenticchie negli ultimi minuti di cottura.



Solanveg... ovvero peperoni ripieni vegetariani

Solan... ovvero Solanaceae la famiglia botanica a cui appartengono peperoni e patate gli ingredienti principi della ricetta.

Adorando i peperoni ma un po' stufi dei ripieni di carne e/o riso ho sperimentato questi:
far cuocere a vapore o a microonde una grande patata con la buccia. Sbucciarla, ridurla in purea e mescolarla con due cucchiai di pangrattato, sale, peperoncino e un trito aromatico composto da: aglio, basilico, maggiorana, origano, pomodori secchi.
Aggiungere a piacere un uovo. Riempire i peperoni lavati e tagliati a metà, condire con un filo d'olio e infornare a 175°C per mezz'ora. Gli ultimi cinque minuti possono essere di grill (lo faccio se ho messo l'uovo).

domenica 10 ottobre 2010

Pane di grano saraceno con Nigella

Un esperimento con la macchina del pane. Ho usato una spezia che personalmente trovo deliziosa e che ho acquistato quest'inverno a Istanbul. Si tratta dei semi di nigella una pianta "parente" dei ranuncoli. Molta confusione regna sul nome dato nel mondo a questa spezia (sesamo nero, cumino nero, onion seed,  si veda il bellissimo sito spice page) utilizzata in India per il famoso Naal ma una volta nota il gusto aromatico e leggermente amarognolo è inconfondibile. 


Ho messo 100 gr. di ciascuna delle seguenti farine: farina di grano saraceno macinata a pietra, farina di grano e farina manitoba nel cestello della MDP insieme a 300 gr. di acqua tiepida e 1 g di lievito. Ho fatto impastare per 5 minuti e lasciato lievitare l'impasto per circa 5 ore.



Trascorso questo tempo ho aggiunto 200 gr di farina bianca, 1 cucchiaino raso di sale, 2 cucchiaini di zucchero e un cucchiaio di olio. Ho azionato la MDP (pagnotta da 1 kg, crosta scura) e sfornato la pagnotta.
Il risultato non è male, la pagnotta è meno lievitata di quelle con sola farina bianca (a causa del grano saraceno) ed il gusto lievemente amarognolo. Sposa benissimo con le carote, la senape aromatica e i formaggi stagionati di capra.

Un'altra meravigliosa ricetta con questo ingrediente sono queste
madeleines.





mercoledì 6 ottobre 2010

Trota al cartoccio con peperoni

Che si fa quando il suocero incappa in una giornata di pesca fortunata e ti regala delle favolose freschissime trote?
Si da il via al festival della trota e ci si sbizzarisce con la fantasia.