domenica 3 maggio 2015

Le frittelle di Paperino

Domenica di maggio uggiosa come a novembre: ci vogliono i pancakes, le famose frittelle di Paperino !

La preparazione è molto semplice e il risultato è da comfort food, le frittelle sono "sofficiose", vagamente acidine e perfette con qualsiasi salsina dolce-mamoltomolto-dolce (dal succo d'acero, al miele, coulis di frutta, yogurt ecc.)
Si setacciano in una ciotola 140 g di farina, 1 cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale, 1 cucchiaino raso di lievito per dolci, una punta (1/4 di cucchiaino) di bicarbonato di sodio.

In un altro contenitore si mescolano i liquidi: 1 uovo, 20/30 g di burro fuso e 200 g di .....?
In molte ricette trovate il latte ma a mio avviso toglie un po' del gusto originale molto american dei pancakes. Ci vorrebbe il buttermilk difficilmente reperibile in Italia, almeno nelle zone non rurali. Personalmente lo sostituisco con 100 g di latte e 100 g di yogurt mescolati a qualche goccia di succo di limone e lasciati riposare qualche minuto. 



A questo punto è fatta: unite velocemente i due impasti fino ad ottenere una pastella che si versa a mestolate generose in un padellino antiaderente ben scaldato e unto con pochissimo olio (io uso lo straccetto).
Si fa cuocere qualche minuto fino che non si formano le bolle poi si gira e si cuoce l’altro lato.















sabato 28 marzo 2015

Hot Cross Buns - Panini di pasqua

Domani pomeriggio si prospetta una bella giornata con amici, musica e danze e per festeggiare mi è venuta voglia di impastare qualcosa di semplice, profumato e speziato. Ecco a voi dei deliziosi panini dolci tradizionalmente preparati nel periodo pasquale nel mondo anglosassone.



Ho impastato in una ciotola 500 g di farina setacciata, 70 g di zucchero, 200 ml latte, 7 g di lievito (eventualmente fatto rinvenire in un po' di acqua e zucchero intiepidita), 1 cucchiaino di cannella in polvere, un pizzico di chiodi di garofano (non eccedete si rischia un gusto "metallico") e uno di noce moscata, un plic di sale, 50 g burro fuso e 1 uovo
L'impasto, che dapprima sarà appicicoso, va lavorato per almeno una decina di minuti prima di aggiungere 70 g di uva sultanina ammollata e ben scolata e farla amalgamare bene (almeno altri 5 minuti di impasto). Ho rimesso il panetto nella ciotola e l'ho lasciato al calduccio a lievitare per circa 2 ore o come dicono i sacri testi fino a che non è raddoppiato di volume. 

Ripreso l'impasto e ri-lavorato brevemente l'ho diviso in 16 porzioni e ne ho ricavato delle palline. Le ho disposte sulla teglia ricoperta con carta da forno lasciando spazio tra un panino e l’altro e le ho lasciate lievitare per un'altra oretta. Ho lucidato i buns con 1 uovo mescolato con un cucchiaio di latte. Ho glassato con una pastella fatta con 2 cucchiai di farina, 1 di zucchero a velo e poca acqua disegnando una croce sui panini. 

Si infornano nel forno già caldo a 200°C per i primi 10 minuti e a 160°C per i restanti 15 minuti.